Milioni di account compromessi per Gmail, Yahoo e Microsoft

20 Mag, 2016, 07:49 | Autore: Serafina Zamana

La società di sicurezza li ha acquistati, dopo di che ha immediatamente iniziato ad informare le imprese interessate della violazione dei dati, restituendo loro i dati rubati, come da policy aziendale. Inoltre ad essere interessati sarebbero anche altri provider: 40 milioni gli account Yahoo, 33 milioni quelli di Hotmail e 24 milioni di Gmail, più altri provider cinesi e tedeschi.

Un elenco con le credenziali di accesso username/password è stato trovato su un forum russo, disponibili per l'acquisto all'insolito prezzo di 1 dollaro. La notizia è stata resa nota dalla Reuters. Sempre nel 2014, un gruppo di hacker russi ha sferrato un attacco a Google riuscendo a violare 4,93 milioni di account Gmail.

Il furto di dati riguarderebbe milioni di username e password, soprattutto d'indirizzi di posta, per un totale di 272.3 milioni di account unici di cui 57 milioni appartenenti a Mail.ru, il servizio email più diffuso in Russia, praticamente la quasi totalità dei 64 milioni di caselle di posta attive.

Cifre davvero importanti che ci fanno capire quanto si importante gestire con intelligenza le proprie credenziali.

Ogni giorno vengono scambiate milioni di e-mail, per proteggere le nostre informazioni, i provider che offrono servizi di posta elettronica richiedono delle procedure di autentificazione (account e password) per permettere il completo accesso all'invio e alla consultazione delle email. Dunque, i pirati informatici potrebbero sfruttare le credenziali degli account eMail per accedere anche ad altri servizi degli utenti con tutti i rischi del caso.

Yahoo e Google non hanno risposto alle richieste di commento di Reuters, che segnala che migliaia di combinazioni nome username/password rubate sembrano appartenere ai dipendenti di alcune delle più grandi aziende degli Stati Uniti bancarie, di produzione e di vendita al dettaglio.

Raccomandato: