Nino Frassica ricorda Bud Spencer: 'Per Terence Hill è un dolore immenso'

29 Giugno, 2016, 05:04 | Autore: Piera Sabidussi
  • Nino Frassica ricorda Bud Spencer: 'Per Terence Hill è un dolore immenso'

Parole sentitissime su Instagram, e in particolare sulla pagina ufficiale dei fan di Terence Hill: "Ricorderemo le fagiolate, i cazzotti, da un uomo nato con la camicia, ricorderemo Moses, il fratello di Travis in 'botte di Natale'. ricorderemo Charly, il "comante" che ci ha fatti sognare in un isola sperduta piena di indigeni, vedremo tante sfaccettature di una persona che ha sempre colpito il centro del bersaglio".

Il vero nome del "gigante buono" era Carlo Pedersoli, napoletano di nascita, aveva 86 anni.

Si sono conosciuti per caso, Terence Hill e Bud Spencer (nome derivato dalla sua passione per la birra Bud e per l'attore Spencer Tracy), non si sono mollati più. Per quanto sembra impossibile pensare che esista al mondo qualcuno capace di "menare le mani", con quegli sganassoni sovrumani, come faceva lui. Prima ancora, sempre assieme a Mario Girotti alias Terence Hill, è stato protagonista della trilogia western di Giuseppe Colizzi (Dio perdona.io no!, I 4 dell'Ave Maria, La collina degli Stivali). Così l'attore Lino Banfi interpellato dai cronisti a margine dell'inaugurazione della nuova Terrazza all'interno della stazione Termini, ricorda Bud Spencer scomparso ieri. Un'interpretazione che il pubblico non ha smesso di applaudire, chiedere al resto del mondo dove da decenni la coppia "Bud&Terence" continua a vivere di entusiasmi propri.

Nino Frassica ricorda Bud Spencer: 'Per Terence Hill è un dolore immenso'
Nino Frassica ricorda Bud Spencer: 'Per Terence Hill è un dolore immenso'

Le reti sia Rai che Mediaset hanno dedicato la mattinata ed il primo pomeriggio di oggi 28 giugno alla riproposizione dei grandi film con Bud Spencer protagonista.

Nei suoi film il bene vinceva sempre sul male: il mito del cinema e il campione dello sport ci lascia tutti più poveri.

L'attore si è spento ieri sera in un ospedale romano. Naturalmente è una curiosità che non ho alcuna fretta di soddisfare, ma non vivo nell'attesa e nel timore. Hanno seguito "Chi trova un amico trova un tesoro" (1981), "Nati con la camicia" (1983), "Non c'è due senza quattro" (1984) e "Miami Supercops - I poliziotti dell'8^ strada" (1985). Da cattolico, provo curiosità, piuttosto: la curiosità di sbirciare oltre, come il ragazzino che smonta il giocattolo per vedere come funziona.

Raccomandato: