Acerno, vergogna in una casa di cura: anziani picchiati e maltrattati

19 Ottobre, 2016, 20:15 | Autore: Omero Oleotti
  • Maltrattano anziani in una casa di cura: coinvolte 18 persone

Le immagini video e le intercettazioni audio raccolte di nascosto dagli investigatori dei carabinieri racconterebbero di, schiaffi, strattoni, minacce e bestemmie ai danni di una trentina di anziani pazienti affetti da patologie psichiche. L'accusa pende sulla testa di 18 persone, che sono il direttore e gli operatori di una casa di riposo per persone non autosufficienti di Acerno, nel Salernitano.

Non potevano neppure comunicare con i propri parenti, bere o mangiare oltre agli orari consentiti, perfino usufruire dei servizi igienici quando ne avevano necessità, fino ad arrivare in alcuni casi ad urinarsi addosso. I provvedimenti, della durata di un anno, prevedono il divieto di esercitare l'attività imprenditoriale di gestore di comunità tutelare per persona non autosufficienti, per il direttore, e il divieto di svolgimento della professione di operatore socio-sanitario per il resto dei dipendenti. Inoltre, è stata effettuata dal Nas di Salerno un'ispezione che ha interessato tutti gli ambienti della casa di riposo, al fine di verificarne le condizioni igienico-sanitarie.

Bad House. Il Sindaco di Acerno (Sa), Vito Sansone, interviene in merito all'operazione denominata "Bad House" condotta dal Comando Compagnia Carabinieri di Battipaglia, sotto l'egida del Capitano Erich Fasolino, che ha visto al centro delle indagini delle Forze dell'Ordine maltrattamenti continuati ed aggravati nei confronti di anziani e minorati psichici all'interno di una struttura socio-sanitaria sita in Acerno.

Raccomandato: