Choc in ospedale, muore dopo un prelievo di sangue

19 Ottobre, 2016, 23:57 | Autore: Patroclo Badolati
  • 20120916_ospedale_sorrento

Purtroppo un nuovo probabile caso di malasanità ha colpito la nostra regione: un uomo di 91 anni è morto all'ospedale di Sorrento dopo essere stato ricoverato per dolori ad una gamba.

La vicenda, raccontata dal Mattino, è diventata oggetto - dopo la denuncia presentata dal figlio dell'uomo deceduto - di un'indagine da parte della Procura della Repubblica di Torre Annunziata e della polizia di Sorrento. Il medico di turno è ora indagato.

Da quanto accertato l'anziano, operato al femore, lo scorso 11 ottobre ha iniziato ad accusare dolori alla gamba. Su consiglio della Guardia medica, i familiari gli somministrano un antidolorifico per poi contattare il 118.

L'anziano, originario di Meta, viene portato all'ospedale di Sorrento; dopo essersi ripreso grazie alle prime cure, i primi accertamenti non rivelano nulla di grave se non un'anemia e un'alterazione della glicemia. I medici decidono di tenere il 91enne sotto osservazione.

Per prima cosa, gli specialisti tentano di effettuare un prelievo di sangue, ma senza successo.

Secondo quanto si apprende, il 91enne era disteso su una barella - per mancanza di posti letto - nel Reparto di Medicina del nosocomio sorrentino e sottoposto a due prelievi: il primo era andato a buon fine, ma il medico del turno successivo ha deciso di effettuarne un altro, al seguito del quale è avvenuto il decesso.

A quel punto il figlio dell'anziano decide di rivolgersi alle forze dell'ordine.

Da qui la denuncia con la polizia che sequestra la cartella clinica, mentre i magistrati dispongono l'autopsia, effettuata nei giorni scorsi, i cui risultati saranno resi noti nel giro di un mese. La stessa Azienda Sanitaria Locale Napoli 3 Sud ha annunciato una commissione d'inchiesta per accertare eventuali responsabilità.

Raccomandato: