Ruby ter, rinviate a giudizio Karima e senatrice Rossi

19 Ottobre, 2016, 23:13 | Autore: Democrito Badesso
  • La ragazza trovata impiccata ad Adrano il pg chiede il giudizio per l'indagato

Il gup di Milano, Laura Marchiondelli, ha rinviato a giudizio, oggi 19 ottobre, Karima El Mahroug, detta Ruby, e altre 22 persone tra cui il suo ex avvocato Luca Giuliante, il giornalista Carlo Rossella, la senatrice di Forza Italia Maria Rosaria Rossi e parecchie ragazze ospiti delle famigerate feste di Arcore, a casa dell'ex premier Silvio Berlusconi, nell'ambito del processo Ruby ter.

MILANO Tutti riniviati a giudizio, prima udienza 11 gennaio davanti alla Decima sezione penale del Tribunale di Milano. L'accusa, a vario titolo, è falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziaria, reato quest'ultimo contestato anche all'ex premier Berlusconi, la cui posizione è stata stralciata e la prossima udienza (in sede preliminare) si svolgerà il 15 dicembre.

Secondo gli inquirenti, grazie ai soldi ricevuti da Silvio Berlusconi Ruby avrebbe negato di aver avuto rapporti sessuali con lui e avrebbe anche negato di aver accettato somme per poi far finta di essere pazza e di mentire così nel corso dei processi.

L'avviso di chiusura delle indagini avrebbe indicato come Silvio Berlusconi sia arrivato a versare alle ragazze milioni di euro e altri beni in cambio del loro silenzio. Tra queste le 'Olgettine' Iris Berardi, Barbara Guerra, Barbara Faggioli, le gemelle De Vivo, Marysthell Polanco, Alessandra Sorcinelli, Lisa Barizonte. Per l'avvocato Paola Boccardi, legale di Karima El Mahroug, "il rinvio a giudizio era atteso, automatico, in un procedimento con 45 faldoni era impensabile che ci fosse un proscioglimento già in udienza preliminare".

Secondo l'accusa, gli imputati avrebbero mentito o tenuto una posizione reticente nell'ambito del primo processo sul caso Ruby che si è celebrato per Berlusconi (assolto in via definitiva nel marzo 2015) e, in un procedimento parallelo, per Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti. Nelle motivazioni dei due verdetti il Tribunale rinviò gli atti alla Procura perche' procedesse per valutare un eventuale condizionamento dei testimoni.

Raccomandato: