Approvate telecamere negli asili e nelle strutture residenziali

20 Ottobre, 2016, 01:13 | Autore: Democrito Badesso
  • Telecamere negli asili e nei centri per anziani. Oggi il voto alla Camera

Finalmente mamme e papà, costretti durante le ore di lavoro ad affidare i loro piccoli o un genitore anziano non più autosufficiente, a strutture adeguatamente predisposte alla loro accoglienza e cura, potranno dormire sonni tranquilli: sui loro affetti più cari veglierà l'occhio attento di una telecamera che coglierà in flagranza chiunque abbia intenzione di macchiarsi del reato di maltrattamento. Sinistra Italiana ha votato contro. Il Movimento Cinque Stelle ha preferito astenersi.

La proposta prevede l'installazione delle videocamere nelle strutture, a patto che tutti gli utenti e i lavoratori ne siano informati. La legge era nata sulla scia degli episodi di cronaca giudiziaria sempre maggiori venuti alla luce negli ultimi anni a proposito di maltrattamenti a bambini, anziani, disabili in centri specializzati per l'assistenza alla prima infanzia e in luoghi di degenza per la terza età e per i malati.

Approvata dalla Camera dei deputato la proposta di legge per la videosorveglianza in asili nido, scuole dell'infanzia e strutture per anziani, disabili e minori in situazione di disagio. "Ora non resta che augurarci che al Senato si arrivi ad una rapida e definitiva approvazione", conclude. Il testo contiene anche una delega al governo, che dovra' emanare un decreto legislativo entro 12 mesi dall'entrata in vigore della legge, in materia di formazione del personale. In Italia un caso a settimana di violenze in asili e strutture sanitarie. Ai sensi del comma 3, i criteri tecnico-organizzativi per l'attuazione del sistema di videosorveglianza sono definiti dai comuni e dalle ASL in modo tale da assicurare che la visione, la gestione e la custodia delle registrazioni realizzate nelle strutture siano affidate in via esclsuiva al personale dei comuni (in caso di asili nido e scuole dell'infanzia) e delle ASL (in caso di strutture socio-assistenziali). La presenza di sistemi di videosorveglianza inoltre dovrà essere segnalata a tutti quelli che accedono agli ambienti monitorati.

Raccomandato: