Il senese Granai campione di rally italiano

20 Ottobre, 2016, 02:32 | Autore: Savino Padus
  • Marco Pollara

Campedelli-Fappani (Ford Fiesta R5 ldi) a 2.2; 3. Ora, finalmente, può festeggiare.

Quando lo incontriamo nel pomeriggio, al parco chiuso di Verona, non ha ancora il sorriso a 32 denti che ci si può aspettare, ma i muscoli della faccia sono rilassati, e comunque l'espressione è di quelle sì stanche, ma tremendamente felici.

"E' stata sicuramente una stagione strepitosa". I due puntano a rifarsi nella seconda tappa domenicale. E le condizioni non erano certo favorevoli: c'era molto fango, la strada era molto insidiosa ma abbiamo spinto e siamo riusciti a portarla a casa. Poi oggi, in gara 2, abbiamo avuto una piccola defiance, mi si è avvittata la macchina in una staccata abbiamo perso qualche secondo.

La classifica assoluta di Campionato Italiano dunque mostra Giandomenico Basso al comando con 95,5 punti validi seguito da Paolo Andreucci con 93,5 punti e Umberto Scandola con 91,75. "Quest'anno il regolamento premia secondo altre logiche", ha osservato Paolo Andreucci, il 51enne pilota toscano che si è cucito per nove volte sulla tuta il titolo.

Non ha sbagliato nulla Basso, che in questa gara ha deciso di utilizzare pneumatici Michelin e che è stato il migliore a interpretare le caratteristiche di una gara veramente difficile, caratterizzata da innumerevoli "tagli" e da un asfalto pieno di fango e foglie. Ce l'abbiamo messa tutta ma non è bastato.

Pollara e Princiotto hanno dominato la seconda giornata di gara entrando nella top ten dell'ottava e conclusivo round di Campionato Italiano Rally, accumulando il vantaggio decisivo su circa 40 Km dei due crono iniziali. Scandola - D'Amore (Skoda Fabia R5) A 37.5; 5.Costenaro-BArdini (Peugeot 208 T16 R5) a 2'14.9; 6.Perico-Turati (Peugeot 208 T16 R5) a 2'47.3; 7.Holebling-Grassi (Skoda Fabia R5) a 3'00.0; 8.Tassone-De Marco (Peugeot 208 T16 R5) a 4'33.2; 9.Tacchella-Zullo (Peugeot 207 S2000) a 4'42.8; 10.Panzani-Baldacci (Renault Clio 1600) a 5'20.4.

Commenta un raggiante Giandomenico Basso, che bissa il trionfo del 2007 nella serie tricolore: "La chiave di questa vittoria, dopo una stagione bella ed entusiasmante, è stata senz'altro la prima tappa".

Campionato Junior: Testa campione. L'equipaggio Junior di Peugeot Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti vincono il titolo di Campioni Italiani Rally Junior, coronando una stagione in crescendo in cui, gara dopo gara, hanno dimostrato una grande bravura e professionalità. Anche a loro vanno le nostre congratulazioni.

Campionato due ruote motrici: Ferrarotti trionfa su Panzani.

Le forature hanno condizionato anche gli esiti sia del Tricolore Junior sia del Due Ruote Motrici: nella serie riservata agli Under 25, successo di giornata dell'ufficiale Testa, che con questo risultato si aggiudica il Tricolore Junior.

Raccomandato: