Home » Sport

MotoGP | Lorenzo: "Strano correre in Australia a giochi fatti"

20 Ottobre, 2016, 00:25 | Autore: Adriana Abbatecola
  • MotoGP. Spunti considerazioni domande dopo il GP del Giappone

Sfuma quindi ogni possibilità per il Dottore di conquistare il suo decimo titolo mondiale, ma rimane ancora aperta la lotta per il secondo posto col suo compagno di squadra. Il mondiale costruttori e quello riservato ai team sono ancora aperti, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono in battaglia per il secondo posto iridato e il GP australiano è sempre speciale con epici sorpassi.

"L'aspetto negativo è che abbiamo preso uno zero a Motegi" ha dichiarato Rossi, "ma il lato positivo è che abbiamo dimostrato di essere competitivi". Dobbiamo cercare di essere veloci anche qui. Sorpreso di aver vinto a tre gare dalla fine, "pensavamo che sarebbe rimasto tutto aperto fino a Valencia", Magic Marc racconta di come è cominciato il 2016: "Ho promesso alla Honda che sarei stato più prudente e in cambio ho chiesto che mi dimostrassero di essere capaci di reagire alle sfide perché eravamo troppo lontani dai nostri livelli".

Per questo e non solo per Lorenzo è veramente strano arrivare in Australia 'in vacanza', con il titolo mondiale già assegnato e i piloti liberi di battagliare senza pensieri in un terzetto di amichevoli.

Lo spagnolo si presenterà a Phillip Island, per la seconda gara del trittico asiatico, con 14 punti da recuperare sulla M1 gemella dell'italiano, ma non ha problemi a sbandierare che quello, oltre a tornare ad una vittoria che gli manca dal Mugello, è l'obiettivo per la parte conclusiva della stagione. "Speriamo nel bel tempo e vedremo". Le cadute mie e di Valentino hanno consegnato il titolo a Marc, ma onestamente è stato il pilota più costante.

Raccomandato: