Obama: "Tifo Renzi, resti a prescindere dal referendum"

20 Ottobre, 2016, 00:57 | Autore: Democrito Badesso
  • Obama elogia Renzi,

"Good morning, buongiorno, e' l'ultima visita e cena di Stato che faccio da presidente".

"Non ti preoccupare come siamo vestiti, sono interessati solo agli abiti delle signore", ha subito scherzato Obama salutando Renzi, in smoking Armani in omaggio ad uno degli speciali ospiti che il presidente del Consiglio italiano ha voluto portare con sé per dimostrare l'eccellenza italiana. "Sono qui perch‚ ho una grande ammirazione per gli Obama, due persone straordinarie e irripetibili", ha spiegato arrivando Roberto Benigni insieme alla moglie Nicoletta Braschi in rosso. Ora ad attenderlo c'è anche l'amatriciana. Ma anche sportivi e rappresentanti del mondo scientifico e culturale. A testimonianza del profonda amicizia che lega Usa e Italia, aggiunge: "Ci piace il cibo, la moda, il vino e Sophia Loren".

Washington. La first lady Michelle Obama ha definito "a perfect day" la giornata dedicata a Matteo Renzi e Agnese Landini alla Casa Bianca, conclusa con una sontuosa cena organizzata dalla famiglia del presidente degli Stati Uniti in onore dell'Italia. "Io mi sento italiano di adozione", dice.

"Il referendum convocato per modernizzare le istituzioni in Italia è qualcosa che gli Stati Uniti appoggiano in modo fermo", ha affermato Obama ribadendo la necessità che Renzi porti avanti riforme con le quali combattere l'inerzia del Paese.

Obama ha concluso: "tifo per Matteo perché abbia successo e credo debba restare in politica qualunque sia il risultato del referendum".

I due leader hanno affrontato anche temi di politica estera. "Gli Usa - per Renzi - sono un modello: avete indicato la via per uscire dalla crisi, penso che la Ue possa fare di più. Piuttosto che lavorare con noi per risolvere il problema, lui ha raddoppiato il sostegno ad Assad e sappiamo com'è finita".

"Mi considero italiano onorario", ha detto infatti Obama, ricordando i suoi viaggi in Italia "da quando io e Michelle non avevamo figli". Così Barack Obama durante il discorso di benvenuto a Matteo Renzi nel giardino della Casa Bianca. Al tavolo principale anche Susan Rice, consigliera per la sicurezza nazionale, l'ex segretario di Stato Colin Powell - con cui Gentiloni si è intrattenuto a lungo - e altri membri del governo Usa come il ministro dell'Energia Ernest Moniz e stretti collaboratori di Obama, come Valerie Jarrett.

Raccomandato: