Eni: chiusura temporanea del Centro Olio Val d'Agri

18 Aprile, 2017, 12:57 | Autore: Savino Padus

Eni annuncia di aver deciso la chiusura temporanea del Centro Olio Val d'Agri e di conseguenza ha dato avvio alle procedure per il fermo dell'impianto. Per questo la regione aveva chiesto all'Eni di intervenire per il rischio inquinamento dovuto allo sversamento.

Alcune settimane fa la Regione aveva reso noto che sette campioni prelevati dall'Arpab fuori dal centro avevano rilevato la presenza "molto cospicua" di manganese e ferro e di idrocarburi policiclici aromatici.

Eni aggiunge, facendo riferimento a un comunicato diffuso dalla Regione Basilicata nel week-end, di aver adempiuto a tutte le prescrizioni imposte dagli enti competenti che sono sempre stati tenuti informati sulle attività di intervento e di monitoraggio ambientale in corso.

(Teleborsa) - Dopo le polemiche susseguitesi nei giorni scorsi sulle presunte "inadempienze e ritardi" di Eni in relazione all'impianto di petrolio in Basilicata, la società del cane a sei zampe ha deciso la chiusura temporanea del Centro Olio Val d'Agri e di conseguenza ha dato avvio alle procedure per il fermo dell'impianto. La decisione "è stata successivamente comunicata dal presidente della Regione, Marcello Pittella (Pd) ai Ministri dell'Ambiente e dello Sviluppo Economico, Gianluca Galletti e Carlo Calenda". Pittella poi rispondendo all'amministratore delegato dell'Eni, Claudio Descalzi, che, il mese scorso, aveva detto che la compagnia era pronta a fare altri grossi investimenti in Basilicata, aveva replicato con durezza: "Prima l'area del Centro Oli deve essere messa in sicurezza, poi possiamo parlare dei progetti futuri dell'Eni".

Raccomandato: