Dybala: "Tevez mi voleva alla Juventus, avrei voluto giocare con lui"

19 Aprile, 2017, 22:22 | Autore: Savino Padus

Alla fine ciò che si diceva era vero... I tifosi esultano per una notizia attesa da molto e sui social l'hashtag #Dybala2022 già impazza. Non sono i nomi di una squadra del passato, nè del futuro, ma i giocatori per i quali Paulo Dybala non nasconde la propria ammirazione.

Dybala non si tira indietro davanti alle nuove responsabilità. "Questo rinnovo si è fatto attendere, ma arriva nel momento giusto: siamo in grande forma, spero di far divertire e di vincere insieme tanti trofei - ha spiegato Dybala nell'intervista rilasciata al canale televisivo della società bianconera -". Potere delle immagini che entrano nelle case dei tifosi sudamericani: sorridono e strabuzzano gli occhi, Paulo Dybala stritola il Barcellona in Champions e gli infligge il colpo di grazia. Sto vivendo delle emozioni molto importanti, molto particolari. Un fallo abbastanza duro, con lo staff medico bianconero che per il momento ha applicato a Dybala solo una fasciatura rigida. L'approdo alla Juve è stata un'emozione che non dimenticherò mai. Il nuovo ruolo? Questa posizione mi piace, la ricoprivo anche in Argentina nel settore giovanile. Ero girato, non avevo guardato la porta, ma sapevo dov'era e per fortuna sono riuscito ad angolare bene il tiro - conclude - La finale di Berlino? "Il secondo gol al Barça è stato il più difficile - conclude l'attaccante - anche se a me è piaciuto più il primo". Quando trovai il coraggio e lui mi disse sì per me fu indimenticabile. Il numero 21, dopo la notte da fenomeno di martedì in cui ha strapazzato il Barcellona del rivale Leo Messi firmando una doppietta di fattura, è stato blindato dal club di Torino che lo vuole far diventare il volto per qualità, classe e soprattutto marketing. Io fra i primi al mondo?

Raccomandato: