Pg Cassazione: Cucchi poteva essere curato, annullare l'assoluzione dei medici

19 Aprile, 2017, 23:54 | Autore: Democrito Badesso
  • Caso Denise pg Cassazione chiede conferma assoluzione sorellastra

Tuttavia domani scatterà la prescrizione del reato, quindi non ci sarà un nuovo processo per il primario Aldo Fierro e i dottori Stefania Corbi, Flaminia Bruno, Luigi Preite De Marchis e Silvia Di Carlo.

Una sentenza della Cassazione potrebbe cancellare definitivamente questa sera l'unica pista accreditata per cercare di dare una spiegazione alla scomparsa di Denise Pipitone, la bimba di quattro anni della quale non si hanno piu notizie ormai da quasi tredici anni.

Il procuratore lamenta inoltre il fatto che la Corte dell'appello bis ha "eluso il mandato della Cassazione" perché non solo non ha disposto "una nuova perizia" ma ha "sovrapposto indebitamente il suo giudizio, non scientifico, a quello del collegio di periti costituito da luminari che hanno affermato che Stefano Cucchi poteva essere salvato, o il suo decesso ritardato, se le terapie adeguate fossero iniziate il 19 ottobre". Già nel dicembre 2015 la Suprema Corte aveva annullato con rinvio le precedenti assoluzioni pronunciate nel primo processo d'appello (in primo grado i 5 imputati erano invece stati condannati). "Siamo in attesa e speranzosi di poter avere una sentenza che ci dia almeno in parte ragione". La piccola, che ha compiuto 15 anni il 26 ottobre scorso, sparì nel nulla poco prima di mezzogiorno mentre stava giocando fuori dalla porta di casa. A dirlo è Piera Maggio, la mamma della piccola Denise. Tra gli indizi a suo carico l'intercettazione ambientale di una conversazione che Jessica Pulizzi ebbe con la madre negli uffici della polizia, dove aspettativa di essere interrogata. Si tratta di una frase che gli investigatori hanno interpretato come l'ammissione di un coinvolgimento nel sequestro.

Raccomandato: