Fabrizio Corona, la fidanzata. "Tornava a casa con buste piene di soldi"

20 Aprile, 2017, 22:57 | Autore: Piera Sabidussi

Nell'ultima parte dell'udienza, Corona ha reso alcune dichiarazioni spontanee in cui ha raccontato come fra il 2012 e il 2016 avrebbe incassato circa 1,7 milioni di euro dall'imprenditore pisano Maurizio Mian, per "dare visibilità al suo progetto pazzo di un reality show chiamato 'I magnifici 5' con tre uomini, due donne e anche un cane, tutti alla ricerca del sogno della felicità". Così Silvia Provvedi, del duo musicale 'leDonatelle' e fidanzata di Fabrizio Corona, testimoniando nelprocesso a carico dell'ex fotografo, ha raccontato ai giudiciche Corona, così come sostenuto dalla difesa, guadagnava dalle'ospitate' nei locali e dalla sua attività di testimonialcentinaia di migliaia di euro 'in nero'. Alle 9 andava in palestra, poi in ufficio e io andavo a prenderlo intorno alle 21, il tempo di fare la spesa, cose che fa una coppia normale, e poi alle 22 doveva rientrare (in quel periodo Corona era soggetto alle restrizioni stabilite dal tribunale di sorveglianza, ndr). "Questo creava anche un clima pesante per la coppia".

Processo a Corona, parla Silvia Provvedi: "i soldi arrivavano in buste a casa, Sculli?"

L'amore per Fabrizio Corona, Silvia Provvedi l'ha sempre difeso, nonostante la difficoltà del momento, lui in carcere e gli scheletri che escono dall'armadio uno dopo l'altro. Dopo qualche giorno, mi ha riferito di avere subito una richiesta estorsiva da Sculli di 50mila euro. Venni chiamata anche io per testimoniare sulla bomba, i poliziotti mi notificarono l'avviso per la convocazione in casa e Fabrizio si arrabbiò con loro, non capiva perché volessero chiamarmi. Provvedi si e' soffermata anche sula bomba carta esplosa davanti all'abitazione di Corona: "La polizia ci mise molto ad arrivare, una quarantina di minuti. Io ero tranquilla, Izzo invece era molto agitato, ma non era compito mio calmarlo". Infine, Provvedi ha anche ricordato lo stato d'animo di Corona il giorno del suo arresto, il 10 ottobre 2016: "Lui era molto arrabbiato perche' non capiva come da parte lesa fosse potuto diventare colpevole". "Erano interessati al patrimonio di Fabrizio, ma gli ho detto che non sapevo niente".

Innanzitutto è stato sentito il giornalista Gabriele Parpiglia che, sia pure in modo colorito, ha negato di sapere che Corona avesse soldi nascosti nel controsoffitto di casa di Francesca Persi o nelle cassette di sicurezza in Austria.

Raccomandato: