Home » Sport

Attentato Dortmund, arrestato l'autore: non terrorista ma broker finanziario

21 Aprile, 2017, 20:20 | Autore: Adriana Abbatecola
  • Attentato di Dortmund, arrestato l'autore dell'attacco: «Movente economico»

Degli ordigni erano stati nascosti lungo il percorso previsto per raggiungere lo stadio del Dortmund e, una volta detonati, hanno provocato la rottura di alcuni finestrini e il conseguente ferimento di Marc Bartra, ricoverato e operato nella stessa notte. La polizia ha fermato un 28enne, identificato dai media tedeschi come Sergei V. Il giovane era pedinato da una settimana. Si tratta di un cittadino russo-tedesco (con doppio passaporto) che aveva organizzato l'attentato per una mera questione economica.

La polizia tedesca ricerca ora due complici che avrebbero aiutato Sergej W. A trasportare l'esplosivo sul posto. Insieme all'arresto, avvenuto alle sei di stamane a Tubinga, mentre il russo si stava recando al lavoro, la polizia ha fatto sapere di aver svolto perquisizioni in quattro appartamenti.

"La stessa tracotanza - spiega Repubblica - lo ha indotto a commettere un altro errore chiave". Lo ha segnalato la procura, che ha chiarito che il suo movente era economico e non di natura "terroristica". L'uomo ha dormito nell'albergo del Dortmund in una stanza con una finestra che affacciava proprio sul luogo dell'attentato ed è stato notato dai dipendenti dell'albergo perché è stato l'unico cliente a non essersi agitato dopo l'esplosione, ma anzi, è andato nel ristorante dell'albergo a chiedere una bistecca. Da qui l'idea dell'attentato: se un giocatore fosse stato gravemente ferito o fosse morto, ci sarebbe stato il calo (che in effetti c'è stato, anche se minore di quanto l'attentato avesse previsto) delle azioni.

Raccomandato: