Casa, balzo compravendite in 2016 +19%

17 Mag, 2017, 14:44 | Autore: Savino Padus
  • IL RAPPORTO      Agenzie dell'entrate balzo delle compravendite + 18,9% nel 2016 
      15 Maggio 2017

Se nel 2014 l'aumento era stato del 3,5% e nel 2015 del 6,5%, lo scorso anno il volume è cresciuto a due cifre: +18,9%, portando il valore complessivo delle compravendite a 89 miliardi dai 76 registrati nel 2015.

Dopo anni di stagnazione, insomma, il mercato immobiliare prosegue il trend positivo, favorito anche dai prezzi bassi delle case, dai convenienti tassi sui mutui e da una timida ripresa economica, che ha fatto risalire la fiducia delle famiglie e stimolato il risparmio. Occhio, però, a cantare vittoria troppo in fretta perché negli anni sono state tante le flessioni che si sono alternate a momenti di crescita, ma, calcolando il contesto generale di crisi, la strada sempre essere quella giusta. Il primo posto spetta alla Lombardia, che da sola rappresenta un quinto del totale italiano. Il Molise (+7,8%) e la Calabria (+10,8%) sono le regioni dove il mercato residenziale nel 2016 cresce meno rispetto al 2015. Il nord ovest è l'area con la maggior quota di acquisti tramite erogazione di mutuo, il 36,7% del totale nazionale. L'importo medio del capitale erogato è pari a 120.000 euro.

Continua il calo del tasso d'interesse dei mutui, che nel 2016 scende ancora di 0,44 punti percentuali, portandosi al 2,31%. La durata media del mutuo è sostanzialmente stabile a 22,5 anni, distribuita in maniera più o meno omogenea tra le aree del Paese.

Scende la rata mutuo mensile, che dai 592 euro osservati nel 2015 è passata a 570 euro nel 2016. Nel 2016 il numero di nuovi contratti di locazione è stato pari a 1.690.520, l'1,3% in più rispetto al 2015, per un totale di oltre 1,7 milioni di immobili locati. La superficie media si colloca intorno ai 92 m2, con un canone annuo medio pari a 60,7 €/m2, in aumento dello 0,3% rispetto al 2016. E parlando di mutui, ad incentivare l'acquisto immobiliare anche il miglioramento delle condizioni dei prestiti, "decisamente favorevoli in termini di costo del credito". Il miglioramento delle condizioni di accesso all'acquisto di una abitazione e' risultato piuttosto omogeneo a livello territoriale: la condizione di accessibilita' e' presente in tutte le regioni ed inoltre sono 17 su 19 le regioni in cui nel 2016 l'indice ha registrato un massimo storico.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Raccomandato: