Fca, procedura di infrazione contro l'Italia per i test sulle emissioni

17 Mag, 2017, 15:30 | Autore: Savino Padus
  • Fca Germania

L'esecutivo europeo ha aperto una procedura di infrazione nei confronti dell'Italia perché è convinta che la Fiat Chrysler abbia usato dei devices illegali per abbassare la quantità di emissioni di CO2 prodotte dai propri veicoli. La lettera di costituzione in mora è la prima fase di una procedura di infrazione e fa parte del dialogo della Commissione con le autorità italiane con lo scopo "di chiarire i fatti e di trovare una soluzione ai problemi individuati dalla Commissione". Bruxelles, che aveva ribadito il suo invito ai 28 - che hanno posizioni più o meno contrarie tra cui l'Italia - ad accelerare la revisione delle regole Ue sulle omologazioni, aveva però precisato che anche se c'è stato un accordo sulla mediazione, questo "non pregiudica il ruolo della Commissione come guardiana dei Trattati".

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Bruxelles, 17 mag- La responsabile dei trasporti Elzbieta Biekowska ha dichiarato che "i costruttori di automobili hanno prestato ben poca attenzione alle misurazione delle emissioni ed alcuni hanno persino infranto la legge". Qualora un costruttore di automobili violi gli obblighi normativi, le autorità nazionali devono adottare misure correttive (come ordinare un richiamo) e applicare sanzioni effettive, proporzionate e dissuasive stabilite nella legislazione nazionale. "Mi e' spiaciuto apprendere che nonostante tutte le informazioni dettagliate fornite alla Commissione e alla Germania, intendiate aprire la procedura d'infrazione".

Delrio, si legge nella nota del ministero, ha sottolineato la necessità di rinviare l'avvio della procedura di infrazione, in attesa che si possano fornire ulteriori chiarimenti, oltre alla copiosa documentazione già fornita, peraltro mai richiesti al Governo italiano dopo la chiusura della commissione di mediazione Italia Germania sul caso emissioni Fca da parte dei servizi della Commissione. Nel corso della procedura di mediazione la Commissione ha esaminato i risultati delle prove delle emissioni di NOx fornite dall'autorità di omologazione tedesca (Kraftfahrt-Bundesamt), così come le ampie informazioni tecniche fornite dall'Italia sulle strategie di controllo delle emissioni adottate da Fca nel tipo di veicolo sotto analisi. La Commissione, se non soddisfatta della risposta, potrà decidere di portare l'Italia davanti a un tribunale. L'infrazione riguarda la proroga di 18 anni della concessione senza bando di gara alla Società Autostrada Tirrenica sulla A12 Civitavecchia-Livorno.

Raccomandato: