Ponte crollato sull'A14, 41 indagati: coinvolti anche dirigenti della società Autostrade

18 Mag, 2017, 19:45 | Autore: Omero Oleotti
  • Il cavalcavia 167 tra Camerano e Castelfidardo crollato nel pomeriggio del 9 marzo sull’A14 causando la morte dei coniugi Diomede

In definitiva stabilire le cause del crollo del cavalcavia in A14 che il 9 marzo scorso è costato la vita ad Emidio Diomede e Antonella Viviani, la coppia di Spinetoli in viaggio verso Ancona per una visita medica. Nell'elenco c'è anche Mauro Coletta, direttore dell'Istituto di vigilanza sulle concessioni autostradali. Fra gli indagi ci sono anche 6 tra dirigenti e funzionari di Aspi-Autostrade.

Tutti gli indagati comprese le società Autostrade per l'Italia, Pavimental, Delabech e Spea Engeneering, sono stati raggiunti dall'avviso di atto irripetibile, che è un atto di garanzia, per le accuse, a vario titolo, di disastro colposo, cooperazione in omicidio colposo, lesioni colpose e violazione delle norme sulla sicurezza.

Indagati per Autostrade Francesco Paolo Calabria, Sergio Paglione e Gianni Maglione, rispettivamente responsabile Gare, responsabile area lavori di lotto, e direttore di Tronco. Per Pavimental, tra i coinvolti vi sarebbe l'amministratore delegato Franco Tolentino, assieme ad altri 13 indagati. Parti offese i due figli delle vittime e i tre operai romeni rimasti feriti nel crollo.

Raccomandato: