Svolta sul Russiagate, nominato Mueller commissario speciale

18 Mag, 2017, 12:54 | Autore: Savino Padus
  • Usa:senatore, più vicino impeachment Trump

La Casa Bianca smentisce, ma per Trump, che ormai ogni giorno assurge agli onori della cronaca per un motivo o per l'altro, si tratta senza dubbio di un altro grattacapo, come se non ne avesse già abbastanza.

Rimasto nel cassetto per tre mesi, lo scambio era evidentemente considerato da Comey la polizza per la sua carriera, ed è imbarazzante constatare ora che per Trump sia stata solo una chiacchierata informale per caldeggiare una soluzione "alla buona" di un procedimento di gravità internazionale e di ripercussioni politiche interne dall'esito potenzialmente devastante. Comey, da bravo agente dell'Fbi, aveva non solo scritto i MemCon, ma li aveva anche mostrati ai suoi colleghi, come vuole la prassi.

Stando a quanto riportato dal quotidiano Usa, il documento di Comey è la prova più chiara del fatto che il Presidente abbia cercato di influenzare il Dipartimento di Giustizia e l'Fbi sul Russiagate. Una mossa a sorpresa che ha spiazzato l'opinione pubblica.

Un polverone che arriva a sole 24ore dalle rivelazioni del Washington Post secondo cui Trump avrebbe rivelato ai russi informazioni segrete, passata da una fonte nell'Isis agli israeliani si è saputo in seguito.

Il nuovo sviluppo esplosivo della vicenda segue una settimana tumultuosa alla Casa Bianca, in cui Trump ha rimosso dall'incarico Comey e discusso di informazioni sullo Stato islamico, sensibili per la sicurezza nazionale, con il ministro russo Sergei Lavrov. Al momento molti lo criticano, ma e' improbabile che un numero cosi' alto si schieri contro. I precedenti - che nel sistema americano di common law hanno valore legale - mostrano che le giurie hanno preso spesso in considerazione la mens rea, l'intenzione di commettere un atto illecito, per condannare azioni sulla carta legali. Indagini che dovrebbero subire un impulso non da poco, visto la fama di rude e scrupoloso investigatore che Mueller ha maturato all'Fbi dal 2001 (nominato da George W. Bush) al 2013. Il 25esimo emendamento, l'altra procedura, consente di rimuoverlo senza che sia necessario elevare accuse precise: è sufficiente che il vice presidente e la maggioranza del gabinetto trasmettano una lettera al Congresso sostenendo che il presidente non è in grado di esercitare i poteri e i doveri del suo ufficio. Non e' neanche la prima volta che Green parla di impeachment di Trump.

Raccomandato: