"La crisi economica è alle spalle" Così Draghi rilancia l'Eurozona

19 Mag, 2017, 08:34 | Autore: Savino Padus
  • Il governatore centrale Mario Draghi

E' quanto scrive la Bce nel protocollo della riunione di fine aprile, spiegando che "dopo un lungo periodo dominato da condizioni di politica monetaria molto accomodanti, anche modifiche piccole e marginali nella comunicazione potrebbero avere un forte effetto di segnale se interpretate come foriere di un cambiamento dell'orientamento di politica monetaria".

"Rispetto al 2013, ci sono 5 milioni di occupati in più e, anche se ancora troppo elevato, il tasso di disoccupazione è ai minimi da 8 anni", ha detto il chairman. "L'outlook economico mondiale sta migliorando e i rischi di un peggioramento sono in calo".

A questo punto, "in Europa abbiamo bisogno di assicurare che la crescita economica e l'incremento della prosperità sia sostenibile".

"La crisi è ora alle nostre spalle". "Ora la maggioranza silenziosa ha ritrovato la sua voce, il suo orgoglio e la fiducia in se stessa", ha aggiunto Draghi in un implicito riferimento agli esiti delle elezioni politiche in Europa: a dispetto del favore della maggioranza dei cittadini per l'Europa, in passato "spesso si sentiva solo una opposizione rumorosa". "Le sfide che dobbiamo affrontare - ha ribadito - vanno oltre l'Unione economica e monetaria: riguardano la sicurezza, le migrazioni, la difesa e in generale tutte quelle sfide che possono essere affrontate solo accorpando la sovranità" dei paesi dell'Unione Europea.

Raccomandato: