Home » Sport

Paulo Sousa: "La Roma mi affascina"

19 Mag, 2017, 15:56 | Autore: Adriana Abbatecola
  • Paulo Sousa uomo del palleggio prima amato e poi ripudiato a Firenze

Una Fiorentina rinvigorita dal successo sulla Lazio, ma domani fa visita a una delle migliori squadre del campionato: "Il Napoli è una squadra che crea molte difficoltà, che ha dall'anno scorso gli stessi principi, ha migliorato la sua qualità e le alternative".

Partenopei nettamente favoriti, si pensi che la quota più alta per il segno 1 è solo l'1.29 di William Hill, mentre per il 2 addirittura il 13 di Betfair, per l' X il 6.50 di Bet365.

Sarri? E' un allenatore che ha messo in campo un'idea di gioco su cui mi sono espresso spesso. "Il Napoli è la squadra più regolare dal punto di vista del gioco". "E' una possibilità". Sousa si è soffermato inoltre sul poco spazio trovato fin qui da Saponara: "E' sempre pronto ma è arrivato con un infortunio particolare e abbiamo dovuto lavorarci".

"Può nascere un atteggiamento diverso in base alle assenze che abbiamo (Borja e Astori, ndr)". Da giocatore ho conosciuto bene il 4-3-3, mi piace molto l'identità e la stabilità della squadra azzurra: due cose che vorrei. "Ad esempio Sampdoria e Roma". I viola saranno ospiti al San Paolo nell'anticipo serale del sabato ed hanno bisogno di punti per sperare nella remuntada sul Milan, per puntare alla qualificazione alla prossima Europa League. Altri campionati lo fanno. Domani potremmo vedere due punte?: "L'approccio giusto dei nostri ragazzi sarà sempre quello positivo per vincere, sempre è stato così e sarà anche nelle ultime due partite". In difesa rivedremo sicuramente Carlos Sanchez, che dirotterà Tomovic sul centrosinistra con Gonzalo Rodriguez regolarmente al centro dello schieramento davanti a Tatarusanu; a centrocampo, con due potenziali titolari fuori dai giochi, sarà Sebastian Cristoforo ad affiancare Matias Vecino nella zona nevralgica, mentre non cambieranno le premesse sulle corsie laterali con Federico Chiesa e Cristian Tello che saranno titolari, a meno che il tecnico portoghese non decida per uno schieramento più accorto (nel qual caso Tello sarebbe sacrificato per dare spazio a uno tra Milic e Maxi Olivera, che si sono contesi la maglia per tutta la stagione).

"Cercherò di fare le migliori decisioni per vincere la partita".

Raccomandato: