Rolex, indagata Sottosegretaria Vicari

19 Mag, 2017, 21:40 | Autore: Omero Oleotti

Indagata anche Salvatrice Severino, funzionaria del dipartimento Infrastrutture che si sarebbe spesa risolvere positivamente un contenzioso che Morace aveva con l'amministrazione regionale e lo avrebbe favorito nel predisporre il bando del 2014. In cambio di un Rolex datole dall'imprenditore, la sottosegretaria avrebbe presentato un emendamento che tagliava l'Iva sui trasporti marittimi, determinando un risparmio di milioni di euro per la società di Morace.

L'inchiesta Mare Monstrum ha visto finire in carcere l'armatore titolare della Liberty Lines Ettore Morace, ai domiciliari Girolamo Fazio, deputato dell'Ars e candidato a sindaco di Trapani e il braccio destro dell'assessore regionale ai Trasporti Giuseppe Montalto.

"Abbiamo scoperto un connubio sistemico finalizzato alla corruzione tra imprenditoria e politica".

Il sottosegretario alle Infrastrutture Simona Vicari (Ap) è indagata per corruzione nell'ambito dell'indagine che ha portato all'arresto, tra gli altri, dell'armatore Ettore Morace.

Si è, altresì, registrato un notevole attivismo del Morace nel tessere una vasta e diversificata rete di supporto politico-istituzionale, a livello regionale e nazionale, finalizzata al rafforzamento della posizione di quasi monopolio della Liberty Lines e all'aggiudicazione di fondi regionali "gonfiati". "L'armatore è entrato in contatto anche con un esponente politico di rilievo nazionale che, attraverso un intermediario, si sarebbe speso per l'approvazione di un emendamento che doveva ridurre l'Iva sui trasporti marittimi dal 10 al 4 per cento". Il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi ha sottolineato la rapidità con cui anche l'ufficio dei gip si è mosso e la novità di due comandi provinciali dell'Arma, Palermo e Trapani, che hanno lavorato insieme.

"Non ci sono eroi c'è gente che fa il proprio dovere". Anche il carabiniere è indagato. Tutti sapevano che la gara vinta da Morace era sovradimensionata. Inoltre Fazio, in qualità di deputato, ha difeso gli interessi dell'armatore e ha esercitato pressioni nei confronti della dirigente del servizio, Maria Piazza.

Raccomandato: