Home » Sport

Serie B: ecco il tabellone dei playoff. Si parte il 22 maggio

19 Mag, 2017, 17:05 | Autore: Adriana Abbatecola
  • Serie B ultima giornata tutte le combinazioni

Ecco cosa c'è da sapere sull'ultima giornata di stasera che deve definire la seconda (o terza.) promozione diretta, la disputa dei playoff con la relativa griglia, la disputa del playout e la terza (o la quarta.) retrocessione diretta.

In virtù di questi risultati finali nell'ultimo turno della stagione regolare, dopo un solo anno di Serie B l'Hellas Verona torna in Serie A insieme alla Spal già promossa.

Quanto ai play-off, si aggiunge la variabile del distacco dalla terza: disputeranno i play-off la terza e le squadre fra la 4e 8a posizione, a patto che il distacco dalla terza sia inferiore ai 15 punti: in teoria si possono dunque avere play-off a 2, 3, 4, 5 o 6 squadre.

Dopo la Spal, in A dovrebbe andare il Verona: gli basta pareggiare, ma potrebbe anche perdere se il Frosinone non vince. Per questi ultimi due posti Carpi e Spezia sono favorite (può bastare anche un pari) ma Novara e Salernitana non mollano, anche perchè il Carpi avrà lo scontro diretto con i piemontesi al Cabassi mentre i liguri giocheranno al Menti col Vicenza, obbligato a vincere per provare a salvarsi. Spareggi che prenderanno il via lunedì 22 maggio: turno preliminare in gara secca, dove si affronteranno quinta contro ottava e sesta contro settima. Il Vicenza ha poche speranze visto che è sì a -3 dal Trapani e con gli scontri diretti pari, ma il -9 nella differenza reti obbliga i veneti ad un successo larghissimo con lo Spezia e a sperare che i siciliani perdano molto male a Brescia. Grazie alla vittoria contro il Latina, infatti, l'Avellino ha potuto festeggiare la permanenza in serie B, condannando il Trapani alla retrocessione in Lega Pro senza passare attraverso i play out. Per evitare i playout serve contemporaneamente che il Trapani perde a Brescia, che la Ternana vince ad Ascoli e che l'Avellino batte il Latina: con queste combinazioni il Trapani sarebbe la quarta e ultima retrocessa in Lega Pro. A inizio ripresa arriva anche il terzo gol con la firma di Terrana che sembra chiudere i conti, invece la formazione di Bollini non si dà per vinta e accorcia le distanze con Ronaldo che riapre la contesa, e nel finale Brignoli si fa perdonare per l'errore del primo tempo salvando sul colpo di testa di Odjer, pur soffrendo il Perugia difende con le unghie e con i denti i tre punti più preziosi e importanti di questa annata, adesso gli umbri attenderanno la vincente di Benevento-Spezia.