Vaccini: via libera per l'obbligo a scuola

19 Mag, 2017, 17:15 | Autore: Patroclo Badolati
  • Vaccinazioni obbligatorie, la Toscana è pronta

Il Cdm, a quanto si apprende, ha approvato il provvedimento "Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale".

Nella giornata di oggi anche il premier Paolo Gentiloni si era espresso sull'argomento: "Per la scuola dell'obbligo la mancanza di documentazione sui vaccini produrrà da parte dell'autorità scolastica sanzioni dalle dieci alle trenta volte maggiori di quelle esistenti", ha detto il premier.

Superate dunque le incrinazioni che si erano generate in seno al governo e che contrapponeva la Lorenzin e il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli sull'età dell'obbligo da apporre nel testo.

"La mancanza di misure appropriate e il diffondersi di teorie antiscientifiche ha provocato un abbassamento dal punto di vista della protezione. Non si tratta di uno stato di emergenza ma è una preoccupazione a cui il governo vuole rispondere".

Gentiloni: vaccini obbligatori per morbillo e mingite. In Toscana, non si potranno iscrivere i propri figli se non hanno fatto tutti i vaccini, obbligatori o raccomandati che siano, ai servizi a domanda individuale, ossia agli asili nido e ai servizi integrativi dell'infanzia.

Via libera definitivo del governo alla riforma del pubblico impiego. Per medie e primi due anni di superiori - e quindi fino ai 16 anni d'età - sono invece previste pesanti sanzioni per i genitori di chi non si vaccina. Tali vaccini si aggiungeranno a quelli già disponibili gratuitamente.

"La legge sui vaccini sarà approvata nel primo consiglio regionale di giugno e sarà la legge più avanzata d'Italia sul tema, di gran lunga più coraggiosa e completa di quelle approvate o in discussione nelle altre regioni". Ed è per questo che l'obbligo riguarderebbe non solo le quattro profilassi storiche (antipolio, difterite, tetano e epatite B) ma anche altre, come ad esempio il morbillo.

Molti sono gli obiettivi del Piano: mantenere lo stato polio-free; raggiungere lo stato morbillo-free e rosolia-free; garantire l'offerta attiva e gratuita delle vaccinazioni nelle fasce d'età e popolazioni a rischio indicate, anche attraverso forme di revisione e di miglioramento dell'efficienza dell'approvvigionamento e della logistica del sistema vaccinale aventi come obiettivo il raggiungimento e il mantenimento delle coperture descritte; aumentare l'adesione consapevole alle vaccinazioni nella popolazione generale, anche attraverso la conduzione di campagne di vaccinazione per il consolidamento della copertura vaccinale.

Raccomandato: